Ritratto fotografico fine art a tema fantasy “Rhoswen”

Ritratto fotografico fine art a tema fantasy “Rhoswen”

Ita: Questo è stato un progetto particolare, Alice (Copper Cat) me ne aveva parlato quando lo scorso anno abbiamo sviluppato insieme il progetto fantasy Violet (clicca qui per vedere il post relativo). Era un progetto ispirato alle nostre comuni fotografe preferite Bella Kotak e Agnieszka Lorek, quindi sempre con tematiche fine art ma con un mood fantasy estremamente delicato e dai caldi toni autunnali. Inizialmente non pensavo di essere la persona più adatta per svolgere questo compito, Alice aveva una sua visione molto precisa della cosa (incluso abito e copricapo) e avevo paura che la mia visione fotografica non collimasse con la sua. Con il passare dei mesi invece abbiamo deciso di provare ad elaborare il tutto ed abbiamo incluso nel team la nostra mua di fiducia e la designer The Lily Among Torns.

Ita: Come potete vedere dal moodboard qui sotto le idee si sono volute molto in fase di scatto e soprattutto quando abbiamo iniziato a ragionare con Ludovica a proposito del trucco. Così dopo aver ricevuto il pacco con l’abito di Elisa (come sempre consegne sul filo del rasoio grazie ai simpaticissimi corrieri italiani), sono andata a caccia della location perfetta per lo shooting pensando di andare quasi a colpo sicuro con il parco comunale di Montelupo Fiorentino, vicino casa mia e dove avevamo scattato in precedenza. Con mia tristissima sorpresa i cespugli di fiori che avevo notato la volta prima e che speravo fossero in fiore in questo periodo dell’anno non solo non erano fioriti ma erano stati potati quasi a zero! Per fortuna ho trovato un’alternativa che si è rivelata essere perfetta per il progetto ed ha creato quel mood oscuro/misterioso che adoro incorporare nei miei ritratti.

Senza titolo-1

Ita: Un’altra serie di imprevisti si è presentata poi quando l’autobus che doveva portare Alice in Toscana ha ritardato di quasi un’ora e ci siamo ritrovati a scattare letteralmente di corsa per non perdere la luce rimasta. Adoro scattare in esterna ed è uno dei miei buoni propositi per il 2019 quello di scattare di più all’aperto invece che in studio ma per me è grande motivo di stress in quanto ci sono veramente tante variabili da controllare che spesso non riesco a gestirle tutte. In questo caso sono riuscita a gestire la luce usando un flash Quadralite Quaantum Move 400 con un Octabox della marca Godox. Se mi seguite da un po’ avrete capito che da quando Giorgio, il mio compagno, me l’ha regalato è diventato il mio modificatore di luce preferito. Adoro il fatto che mi aiuti a gestire la luce naturale contrastandola così bene.  Abbiamo usato pochi props perchè Alice è sempre molto brava con le pose senza aver bisogno di troppi aiuti: abbiamo usato un bauletto gentilmente offerto da Elisa e una mia vecchia mini barca a vela in finto avorio.

 

Postproduzione

In questo caso non ho dovuto sostituire il fondale e mi sono concentrata sull’ambientazione e sui toni che volevamo rendere. Ho deciso di tirare fuori il rosso e il verde per rendere l’immagine il più autunnale possibile e ci sono riuscita grazie all’utilizzo delle azioni di Bella Kotak e Pratik Naik “Fine Art Actions” (credits a fine pagina). Per finire il ritocco principale è stato sulla pelle della modella per togliere quelle piccole imperfezioni come brufoletti e capelli sparsi a causa del vento e l’aggiunta del fumo che non abbiamo potuto usare dal vivo in quanto nei parchi comunali è vietato l’uso di fumogeni.

C R E D I T S

Photography: Erica Mottin
Makeup/ Hair : Ludovica Pinna
Model : Copper Cat
Assistant: Giorgio
Costume Designer : The Lily Among Thorns

ATTREZZATURA

– Corpo Macchina Nikon D7000
– Obiettivo Nikkor 60mm f2.8
– Flash da studio Quadralite Quantuum Move 400w
– Modificatore di luce Octabox Godox 

Post Prodotto con Fine Art Actions

Scopri di più su di me:

🌍 www.ericamottin.com

Vuoi fare parte di un’esperienza fotografica unica? Prenota una sessione di ritratto fine art:

🌍 www.ericamottin.com/servizi

Sei un fotografo principiante e vuoi imparare a creare un’opera d’arte unica nel suo genere? Segui i miei corsi 1-1 e videolezioni online: 🌍 www.ericamottin.com/corsifotografia

👉 https://ko-fi.com/ericamottin/shop

Resta sempre aggiornato sui miei post sul blog, videolezioni o offerte, iscriviti alla newsletter ed otterrai 3 pdf gratuiti:

👉 https://mailchi.mp/b118504467be/iscri…

Seguimi sui social:

➡️ https://urlgeni.us/instagram/ericamot…

➡️https://ww.facebook.com/ericamottinph…

➡️https://urlgeni.us/pinterest/ericamot…

➡️https://urlgeni.us/tiktok/ericamottinph

➡️https://www.pinterest.it/ericamottinph

Ritratto fotografico fine art a tema storico “Ad Maiorem Matris Gloriam”

Questo progetto di ritratto fotografico fine art a tema storico è nato in collaborazione con Juliet, modella milanese che gestisce un gruppo Fantasy su FB e con cui mi sono subito trovata in sintonia. Abbiamo iniziato a parlare di cosa ci sarebbe piaciuto scattare insieme e mi ha mostrato un bellissimo abito in stile Tudor creato da Reign & Rowan, designer Americana, con un paio di copricapi di Hysteria Machine, una delle mie designer preferite.

vestito juliet

50534681_251348295760095_2082007687616266240_n

Il tutto sarebbe stato perfetto per riprendere il mio progetto “Modern Saints and Forgotten Sinners” per ricreare un’iconografia cristiana con forti influenze pittoriche del ‘500.

juliet moodboard

Così dopo aver definito il tutto (trucco, location, orario dei treni, etc etc) a fine gennaio sono andata a Milano ad incontrare Juliet e abbiamo scattato al Brainstorm Visual Studio di Tommaso, una persona veramente disponibile oltre ad essere un fotografo incredibile (come sempre in calce trovate tutti i riferimenti e vi consiglio, se passate da Milano, di scattare assolutamente con lui). Dopo aver valutato varie opzioni ho visto che Tommaso aveva un Octabox della Quadralite da 180cm e quindi ovviamente non potevo non sceglierlo! E’ stato posizionato alla sinistra della modella con una leggera inclinazione (non credo nemmeno fosse a 45°), volevo che la luce l’avvolgesse completamente ma per mantenere la drammaticità delle ombre nette ho preferito posizionarlo molto vincino a lei. Juliet è stata posizionata molto lontana dal fondale in quanto non mi interessava che fosse illuminato, anzi, come spesso mi succede quando voglio creare un’illuminazione drammatica, preferisco che si perda nello sfondo. Come fare a determinare se la luce va a sinistra o a destra della modella? Generalmente tendo a chiedere alla modella qual’è il suo lato migliore. Non amando gli scatti frontali, tendo a posizionarle di 3/4 e cerco di visualizzare qual’è il loro lato migliore prima di posizionare la luce.

51549821_1201166290039947_6588573599790006272_n

lighting-diagram-1549622521

Postproduzione

Per quanto riguarda la post produzione, ho sostituito il fondale e optato per un ritocco della pelle tramite la separazione delle frequenze. Per quanto riguarda la gestione dei colori, ho usato le azioni per Photoshop create da Fine Art Actions by Bella Kotak e Pratik Naik. In particolare questo set ho usato “Iris” e “Another Realm” con alcune modifiche personali. Come al solito in calce trovate tutti i link per saperne di più!

C R E D I T S

Photography: Erica Mottin
Model/Makeup/ Hair: Juliet Tudor
Location: Brainstorm Visual Studio
Costume Designer : Reign&Rowan
Jewelry Designer: Hysteria Machine

ATTREZZATURA

– Corpo Macchina Nikon D7000
– Obiettivo Nikkor 60mm f2.8
– Flash da studio Quadralite Quantuum Move 400w
– Modificatore di luce Octabox Godox 

Post Prodotto con Fine Art Actions

Scopri di più su di me:

🌍 www.ericamottin.com

Vuoi fare parte di un’esperienza fotografica unica? Prenota una sessione di ritratto fine art:

🌍 www.ericamottin.com/servizi

Sei un fotografo principiante e vuoi imparare a creare un’opera d’arte unica nel suo genere? Segui i miei corsi 1-1 e videolezioni online: 🌍 www.ericamottin.com/corsifotografia

👉 https://ko-fi.com/ericamottin/shop

Resta sempre aggiornato sui miei post sul blog, videolezioni o offerte, iscriviti alla newsletter ed otterrai 3 pdf gratuiti:

👉 https://mailchi.mp/b118504467be/iscri…

Seguimi sui social:

➡️ https://urlgeni.us/instagram/ericamot…

➡️https://ww.facebook.com/ericamottinph…

➡️https://urlgeni.us/pinterest/ericamot…

➡️https://urlgeni.us/tiktok/ericamottinph

➡️https://www.pinterest.it/ericamottinph

Ritratto fotografico fine art in omaggio a David Bowie – “The Woman Who Fell To Earth”

Ritratto fotografico fine art in omaggio a David Bowie –  “The Woman Who Fell To Earth”

Questo set è nato su richiesta di Isabella, una delle mie modelle più assidue e preferite, per immortalare il suo nuovo tatuaggio in onore del Duca Bianco. Ho accettato immediatamente la proposta essendo anche io grande fan fin da piccola di David Bowie. Un amore nato insieme a mia madre, che mi ha introdotta alla sua musica con il film Labyrith e da allora non me ne sono mai separata. Ho un rapporto molto particolare con la musica, è parte integrante della mia vita e non potrei mai farne a meno. Ascoltare musica per me è come respirare e andare ai concerti è una delle cose che preferisco fare. Adoro stare in mezzo alla folla di altri appassionati come me, cantare, saltare, ballare ed emozionarmi per quelle note che toccano le corde più profonde del nostro animo o semplicemente portano gioia e divertimento senza pensieri. E’ un modo per fuggire dalla realtà del quotidiano e non avere pensieri. Sfortunatamente non sono mai riuscita a vedere David dal vivo e la sua morte così improvvisa mi ha colpita nel profondo. Sapere che non avrei avuto modo di vederlo mai più esibirsi dal vivo mi ha lasciato un senso di amarezza in bocca, il non potergli restituire in minima parte quello che lui ha donato a noi mi è dispiaciuto moltissimo e quindi ho trovato il mio modo per rendergli omaggio, nel mio piccolo.

Immagine moodboard

Per questo set volevamo fare qualcosa di diverso dal solito tributo quindi abbiamo optato per una collaborazione con Elaine’s Couture per reinterpretare il make up del periodo Ziggy Stardust piuttosto che l’iconica saetta. Per quanto riguarda i costumi e gli accessori invece non volevamo che dessero troppo fastidio, il fulcro dell’immagine doveva essere il trucco e il braccio quindi abbiamo optato per dei gioielli che riprendessero il colore del make up e un top monospalla di Isa con una cintura in vita come punto luce.

L’illuminazione è stata molto semplice ma studiata nei minimi particolari: ho usato un solo punto luce con il mio fidato Quadralite Quantuum Move400 e come modificatore ho usato l’octabox Godox. Il flash è stato posizionato alla sinistra della modella e molto vicino a lei per ricreare una luce quasi Rembrandt. Al momento non dispongo di una giraffa quindi ho posizionato il flash e l’octabox su uno stativo alzandolo all’altezza massima consentita dal tetto dello studio (circa 3m) e l’ho piegato a 45°. Questa posizione e il fatto che sia molto vicino alla modella ha permesso di creare un’illuminazione con ombre nette, in particolar modo sulla mascella, ma al tempo stesso non troppo dura ma diffusa in modo da non esaltare i difetti della pella ma nasconderli. Non ho usato luci per illuminare lo sfondo o per separarla da esso perchè volevo rendere la sensazione che emergesse dallo stesso e quindi non avere contorni netti ( anche i capelli non hanno la fill light, avevo paura che essendo molto rossi lo sguardo si sarebbe perso su di loro e non sul trucco).

Postproduzione

Ita: Per quanto riguarda la post produzione, come sempre ho optato per un leggero ritocco della pelle tramite la separazione delle frequenze e l’uso dell’azione per Photoshop Black and Gold creata da Fine Art Actions by Bella Kotak e Pratik Naik. Per tutti coloro che non conoscono ancora le azioni di Photoshop, vi spiego in breve di cosa si tratta: sono dei preset di azioni registrate che permettono di creare determinati contrasti e colorazioni in automatico con un solo click. Sono totalmente modificabili in quanto ogni azione è suddivisa in più livelli, tutti aggiustabili secondo il proprio gusto. In particolare queste create da Fine Art Actions sono specifiche per le immagini Fine Art e dal gusto fiabesco. Come al solito in calce trovate tutti i link per saperne di più!

C R E D I T S

Photography: Erica Mottin
Model : Isabella 

Mua: Elaine’s Couture
Assistant: Giorgio

ATTREZZATURA USATA IN QUEST SET:

– Corpo Macchina Nikon D7000
– Obiettivo Nikkor 60mm f2.8
– Flash da studio Quadralite Quantuum Move 400w
– Modificatore di luce Octabox Godox 

Post Prodotto con Fine Art Actions

Scopri di più su di me:

🌍 www.ericamottin.com

Vuoi fare parte di un’esperienza fotografica unica? Prenota una sessione di ritratto fine art:

🌍 www.ericamottin.com/servizi

Sei un fotografo principiante e vuoi imparare a creare un’opera d’arte unica nel suo genere? Segui i miei corsi 1-1 e videolezioni online: 🌍 www.ericamottin.com/corsifotografia

👉 https://ko-fi.com/ericamottin/shop

Resta sempre aggiornato sui miei post sul blog, videolezioni o offerte, iscriviti alla newsletter ed otterrai 3 pdf gratuiti:

👉 https://mailchi.mp/b118504467be/iscri…

Seguimi sui social:

➡️ https://urlgeni.us/instagram/ericamot…

➡️https://ww.facebook.com/ericamottinph…

➡️https://urlgeni.us/pinterest/ericamot…

➡️https://urlgeni.us/tiktok/ericamottinph

➡️https://www.pinterest.it/ericamottinph

Ritratto fotografico fine art tema anni ’20 – Miss Fisher

Ritratto fotografico fine art tema anni ’20 – Miss Fisher

Questo è il secondo set del filone anni 20 che ho cominiciato nel 2018 con “Greater Than Gatsby”. Per questo set mi sono ispirata alla serie tv australiana “Miss Fisher’s Murder Mysteries” in cui un investigatore privato donna indaga sugli omicidi nella Melbourne dei ruggenti anni ’20.
Il personaggio di Miss Fisher è una nobildonna molto brillante, astuta e affascinante, decisa a risolvere qualsiasi crimine le si ponga davanti. Una donna così indipendente e forte di volontà doveva per forza essere immortalata tra i miei ritratti!

Ho scelto Elisa come modella tramite un casting su Facebook, l’avevo già adocchiata in quanto aveva posato tempo addietro per una mia conoscente e quando si è candidata mi è sembrata la persona adatta a questo progetto. Ho utilizzato lo stesso moodboard per Greater Than Gatsby: stessa colonnina, stesso pellicciotto ma il risultato è stato totalmente diverso e ne sono enormemente contenta.

In questo caso l’illuminazione è stata modificata un po’ rispetto a Greater Than Gatsby per riuscire a superare l’ostacolo più grande: nero su nero. Il vestito era nero, i capelli erano castani scuri, il pellicciotto era nero. Quindi ho deciso di posizionare un flash (il mio fidato Quadralite Quantuum Move400) con barndoor alle spalle della modella e verso il fondale. In questo modo ho separato la modella dallo sfondo delineandone i contorni. Mi sono concentrata solo su mezza figura perchè volevo che il fondo si perdesse il più possibile, come sei lei emergesse dall’oscurità. L’altro flash è stato posizionato alla sinistra della modella con altezza massima consentita dallo stativo e un angolo di 45°. Il modificatore di luce usato è stato il softbox ottagonale 47 inches marca Godox.

Postproduzione

La postproduzione su questo set è stata ancora più semplice del previsto. Mi è piaciuta moltissimo la luce che ero riuscita a creare in fase di scatto e ho usato l’azione “Black and Gold” di Fine Art Actions by Bella Kotak and Pratik Naik in modo da aumentare o diminuire la definizione/ il contrasto nei punti giusti. Per tutti coloro che non conoscono ancora le azioni di Photoshop, vi spiego in breve di cosa si tratta: sono dei preset di azioni registrate che permettono di creare determinati contrasti e colorazioni in automatico con un solo click. Sono totalmente modificabili in quanto ogni azione è suddivisa in più livelli, tutti aggiustabili secondo il proprio gusto. In particolare queste create da Fine Art Actions sono specifiche per le immagini Fine Art e dal gusto fiabesco. Come al solito in calce trovate tutti i link per saperne di più!

Poi ho sostituito il fondale con uno dei miei soliti stock e ho giocato sui colori andando verso un verde marrone molto leggero. Per tutti coloro che si vogliono cimentare in questa impresa ricordatevi che le maschere di Photoshop sono le vostre migliori amiche e non fate come me, acquistate un fondale di carta GRIGIO e non nero, vi renderà la vita decisamente più facile! Infine ho sistemato leggermente la pelle con la tecnica di separazione delle frequenze in Photoshop.

C R E D I T S

Photography: Erica Mottin
Model/Mua/Hair : Elisa 

ATTREZZATURA USATA IN QUEST SET:

– Corpo Macchina Nikon D7000
– Obiettivo Nikkor 60mm f2.8
– Flash da studio Quadralite Quantuum Move 400w
– Modificatore di luce Octabox Godox  su main light + Barndoor su backlight

Post Prodotto con Fine Art Actions

Scopri di più su di me:

www.ericamottin.com

Vuoi fare parte di un’esperienza fotografica unica? Prenota una sessione di ritratto fine art:

www.ericamottin.com/servizi

Sei un fotografo principiante e vuoi imparare a creare un’opera d’arte unica nel suo genere? Segui i miei corsi 1-1 e videolezioni online: www.ericamottin.com/corsifotografia

https://ko-fi.com/ericamottin/shop​

Resta sempre aggiornato sui miei post sul blog, videolezioni o offerte, iscriviti alla newsletter ed otterrai 3 pdf gratuiti:

https://mailchi.mp/b118504467be/iscrizione-newsletter

Seguimi sui social:

https://urlgeni.us/instagram/ericamottinph

https://ww.facebook.com/ericamottinphotography

https://urlgeni.us/pinterest/ericamottinph

https://urlgeni.us/tiktok/ericamottinph​